Crea sito

Consigli per gli anziani

Da non prendere troppo sul serio

Quello che conta è una vita sportiva, un'alimentazione sana e continuare sempre a studiare qualcosa

Anziani in montagna

Gli anziani al di sopra dei 65 anni dovrebbero comunque tenere sotto controllo la pressione arteriosa,
soprattutto al di sopra dei tremila metri di quota,come pure è consigliabile un periodico controllo cardiologico
ed un test da sforzo per escludere malattie coronariche non sintomatiche. 
Invecchiano i polmoni, le articolazioni, si riduce la massa muscolare, ma un allenamento idoneo mantiene più a 
lungo la funzionalità di organi ed apparati. 
L’allenamento deve essere continuativo e il carico di lavoro deve essere dosato in base all’obiettivo 
che si pone l’anziano, semplice benessere o partecipazione a gare. 
Il medico sportivo attraverso un test da sforzo può stabilire la corretta intensità dell’esercizio.
E’ stato sottolineato inoltre che l’allenamento al movimento migliora anche la performance cognitiva. 
Il fabbisogno calorico negli anziani diminuisce, ma non ci sono evidenze che dimostrino  la necessità di cambiamenti 
della composizione della dieta e in particolare non sono necessari supplementi proteici.

Mirtilli

Secondo uno studio pubblicato sul 'Journal of Agricultural and Food Chemistry', condotto dall'università di Cincinnati, in collaborazione con i ministeri dell'agricoltura statunitense e canadese, bastano due tazze di succo di mirtillo al giorno per permettere agli anziani di migliorare la propria memoria.
Il succo di mirtillo infatti contiene antiossidanti e flavonoidi.
La cosa era già nota per gli animali, solo di recenti questi studi sono stati fatti sugli uomini.
Il succo di frutta (per legge deve contenere mirtilli al 100%) è abbastanza caro per chi voglia farne uso giornaliero, raramente reperibile nei supermercati.
Più facile da reperire il "nettare di mirtillo" in cui la percentuale di frutta può scendere sotto il 50% (il resto è acqua e zucchero) e deve essere indicata sulla confezione.
Il mirtillo, specie quello nero, ha altre proprietà, illustrate in questo sito. Pare che le proprietà benefiche per la vista furono scoperte accidentalmente da aviatori inglesi di uno stormo di caccia notturna durante la seconda guerra mondiale, che associarono il miglior adattamento dell'occhio alla bassa luminosità alla marmellata di mirtillo loro fornita con la prima colazione.


The verde

Gli anziani che apprezzano il tè verde sono meno soggetti alla depressione e conservano più a lungo il buonumore.
I giapponesi, grandi consumatori di questa bevanda, hanno scoperto, che porta al buon umore e che combatte la depressione.
Sono stati esaminati mille soggetti, di entrambi i sessi, di età intorno ai 70 anni, alcuni affetti da depressione e pare che questa malattia fosse in uno stadio inferiore tra quelli che bevevano almeno quattro tazze al giorno.
Restando però in attesa di ulteriori conferme.
Per l'alto numero di polifenoli che contiene previene dal cancro, impedisce al colesterolo di essere assorbito dal sangue, previene dalla leucemia, dall'Alzheimer, disattiva i radicali liberi prevenendo infiammazioni e artriti.
Fra i bevitori di the anche questo signore.


Olio d'Oliva

L'olio extra vergine di oliva contiene anch'esso i fenoli che combattono fra l'altro il colesterolo cattivo e l'invecchiamento cellulare.


Avocado.

Dicono sia un toccasana per gli anziani, sia per il controllo del colesterolo,grazie al suo contenuto di grassi insaturi e di OMEGA-3, che della pressione arteriosa, grazie al suo contenuto in potassio.
Contiene molti antiossidanti, come la vitamina A, la vitamina E e la luteina.
Previene inoltre il morbo di Alzheimer e combatte la depressione.
Ottimi per i contenuti vitaminici e non solo anche il mango e la papaya.


Cipolle

La cipolla cruda è una vera piccola farmacia tascabile.
Contiene infatti diverse vitamine (A,B,C,E), oligoelementi quali zolfo, ferro, potassio, magnesio, fluoro, calcio, manganese e fosforo,nonchè i soliti flavonoidi.
Per chi soffre di cattiva digestione conviene consumarla cotta, che è più digeribile, ma perde alcune delle sue proprietà.
Una bomba vitamica : tagliare la cipolla a fettine sottile, salarla e lasciarla macinare per almeno due ore in succo di limone.
Prima di servire aggiungere olio (extravergine d'oliva) e pepe.


Pomodori

Rinfrescanti contenitori di vitamine,potassio e licopene, combattono colesterolo, ipertensione e tumori.


Vino rosso.

E' noto, il vino rosso ripulisce le arterie ma naturalmente non bisogna esagerare.
Quanto se ne può bere?Secondo alcuni autori due bicchieri al giorno, secondo altri basta mezzo bicchiere.
Bevendo (moderatamente)vino rosso la vita si allunga di cinque anni.
I più consigliati per gli anziani sono Refosco, Pinot nero e Lagrein.
Altri benefici del vino su questo sito.
C'è però chi contesta i benefici del vino e critica il cosiddetto "paradosso francese".



Cioccolato fondente

Il cioccolato fondente salva il cuore e allunga la vita.
La cioccolata fondente, a sole due ore dall’assunzione, provoca un miglioramento della funzione vascolare coronarica, una riduzione dell’aggregazione piastrinica e una vasodilatazione coronarica.
Lo ha rivelato il professor Giovanni Spera, Ordinario di Medicina Interna all'Università “La Sapienza” di Roma, affermando che “Tutto dipende da un antiossidante polifenolico contenuto naturalmente nella cioccolata”, ha spiegato Spera, “ma è importante non abbinare questo alimento al latte, perché l’effetto positivo svanirebbe”.
Inoltre è stato constatato che l'effetto protettivo che il cioccolato esercita sul cuore è addirittura doppio di quello procurato dal vino rosso e quattro volte superiore a quello del tè verde; il cioccolato contribuirebbe ad abbassare il livello di colesterolo; il cioccolato contiene feniletilammina, un oppiaceo naturale che il cervello produce quando ci si innamora, e che regala sensazioni di felicità e appagamento; nel cioccolato si trovano antiossidanti che svolgono una funzione protettiva nei confronti del cancro, dell'invecchiamento, dell'Alzheimer, dell'artrite, dell'asma e dei processi infiammatori.
Ocio alle emorroidi, però!




Noci

Sono note le proprietà benefiche delle noci e della frutta secca in generale.
Mi piace qui ricordare quanto ha scritto l'abbè Henry, parroco, storico, alpinista ed esploratore della sua terra, la val d'Aosta.
"Tra le provviste da pigiar nel sacco bisogna includere le noci.
Non potete credere come codesto piccolo frutto serva per viaggiare.
Pesa poco, toglie la sete e la fame ed è sempre appetitoso.
Non è come le mele, le pere, le pesche che si schiacciano nel sacco, s'insudiciano e diventano quindi immangiabili, oppure, per essere conservate, si debbono chiudere in scatole di latta che tengono molto posto nel sacco.
Le noci non si schiacciano e non aumentano il volume del sacco perchè riempiono soltanto gli spazi lasciati vuoti dalle provviste maggiori.
Il buon abate Gorret le consigliava già dando conto della sua ascensione al Fallere del 21 Agosto 1879 : 'Prima di partire,scrive,avevo riempito di noci le profonde tasche della mia sottana ... Le noci e il pane duro ammollato in una buona fresca fontana possono consigliarsi utilmente a tutti.' ".



 Inizio pagina